Post Type

 

Il Ticino sarà agli onori du­rante la sessione delle Camere che si apre a fine novembre. Il primo giorno di lavori, il 26, il Consigliere agli Stati popolare democratico Filippo Lombardi prenderà il timone, per un anno, della Camera alta. Un onore personale e per il Cantone, ma anche il riconoscimento da par­te dei colleghi della cosiddetta «Chambre de réflexion» di un lavoro pluriennale serio ed effi­cace svolto dal parlamentare ti­cinese. La carriera politica di Fi­lippo Lombardi è lunga e si è svolta a livello locale, nazionale e internazionale: consigliere co­munale a Minusio, è stato vice­presidente del movimento gio­vanile del PPD ticinese e mem­bro del Comitato della JPPD svizzera, responsabile delle re­lazioni internazionali.

Fra il 1995 ed il 1998 è stato membro dell’ufficio esecutivo dell’inter­nazionale democristiana. Dal 1999 siede nel Consiglio degli Stati. Vicepresidente della Com­missione di sorveglianza delle nuove trasversali ferroviarie al­pine 2009-2010, nel 2010 è stato presidente della deputazione ti­cinese alle camere federali. È attualmente vicepresidente del­la Camera alta. Ultimo svizzero italiano a pre­siedere il Consiglio degli Stati fu il liberale radicale Franco Maso­ni, nel 1988. Nel 2009 Chiara Si­moneschi-Cortesi ha presiedu­to il Consiglio nazionale. Il giorno dell’elezione di Filippo Lombardi, lunedì 26 novembre, una delegazione di autorità e di amici ticinesi si recherà a Berna.

Il mercoledì successivo, il 28 no­vembre, un treno speciale con­durrà l’eletto in Ticino dove in­contrerà autorità cantonali e comunali nonché la popolazio­ne ticinese. Il treno speciale farà tappa ad Altorf e Airolo, dove la famiglia Lombardi ha profonde radici. Poi proseguirà per la ca­pitale, Bellinzona. Il nuovo pre­sidente degli Stati farà tappa anche a Massagno, dove verrà ricevuto con gli onori dalle au­torità del suo Comune. La festa con amici e popolazione si svol­gerà al Padiglione Conza, la sera di mercoledì 28 novembre. Alla presidenza del Consiglio nazionale, l’Assemblea federale eleggerà per il 2013 per la prima volta un’esponente del partito dei Verdi, la basilese Maya Graf. Durante la sessione di dicembre verrà eletto anche il nuovo pre­sidente della Confederazione: l’UDC Ueli Maurer, capo del Di­partimento militare federale.
RED

Corriere del Ticino – 13_11_2012