Post Type

Il senatore mette fine alle polemiche sulla sua festa

La polemica sobbolliva da qualche giorno. Per i parlamentari che mercoledì parteciperanno in Ticino ai festeggiamenti per il nuovo presidente del Consiglio degli Stati, Filippo Lombardi era stato pensato ad un volo charter gratuito per il ritorno a Berna. Gratuito perché pagato dai contribuenti ticinesi, aveva fatto notare qualcuno. Oggi risponde il diretto interessato e lo fa mettendo fine ad ogni polemica: “Pago io. Sono discussioni di una tale miseria che non voglio rannuvolino la mia festa”, ha dichiarato Filippo Lombardi a Rete Uno.

Inizialmente Filippo Lombardi si era offerto di sopportare personalmente la spesa con l’ausilio di sponsor, ma il Consiglio di stato ticinese era stato di diverso parere. Ora nuovo dietrofront.

Il problema è però il tempo di percorrenza. Da qui è nata l’idea di organizzare un volo charter Lugano-Agno /BernaBelp per il consigliere federale Schneider -Ammann, presidenti di partito e deputati alle Camere federali.

Diciamo subito che il protocollo o meglio la tradizione della trasferta in treno nel Cantone e nel comune del neo-eletto presidente verranno rispettati. Il treno dei festeggiamenti partirà da Berna e dopo una fermata ad Airolo, all’ingresso del Canton Ticino, e a Bellinzona, giungerà a Lugano dove si terrà il banchetto ufficiale.

Sarà una giornata piena e faticosa, il rientro a Berna in treno dura quattro ore, e anche se sarebbe a costo zero, visto che ogni deputato è titolare di un abbonamento generale di prima classe offerto dalla Confederazione, sarebbe piuttopsto pesante in vista della levataccia il giorno seguente. Da qui l’aereo.

Roberto Chiesa -rsi 25.11.2012