Post Type

l direttore del Dipartimento del territorio ha dato una decisa accelerazione alla realizzazione del collegamento A2-A13

“Il Ticino deve presentare una variante definitiva per la realizzazione del collegamento A2-A13 entro due anni”.

L’appello lanciato ieri da Berna dal membro della Commissione dei trasporti del Consiglio degli Stati Filippo Lombardi ha già trovato una risposta positiva nel nostro Cantone.

È quella del direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali, che già nelle scorse settimane aveva annunciato di voler portare in Consiglio di Stato una richiesta di credito per la progettazione di massima del collegamento veloce sul Piano di Magadino, in modo da essere pronti quando la Confederazione dovrà scegliere quali strade finanziare sull’intero territorio nazionale.

Inoltre Zali, riferisce il Corriere del Ticino, è già andato a Berna per chiedere garanzie sulla variante da progettare, in modo da avviarne la progettazione di massima. Si tratterà probabilmente della variante 3A, in pianura e parzialmente parallela alla linea ferroviaria, che gode del sostegno di tutte le parti interessate.

Se Berna confermerà che si tratta del tracciato migliore, allora Zali potrà sottoporre al Consiglio di Stato la richiesta di credito per la progettazione, che dovrebbe aggirarsi sui 7,5 milioni di franchi.

ticinonews.ch, 20.8.2015