Post Type

La terza conferenza internazionale del gruppo di sostegno alle nuove Vie della Seta dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE (AP OSCE) si terrà dal 5 al 7 settembre 2019 ad Andermatt. Dedicata alle interazioni fra l’Iniziativa per una nuova Via della Seta (Belt and Road Initiative; BRI) e la realizzazione degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile (OSS) dell’Agenda 2030, la conferenza è organizzata sotto l’egida della Delegazione svizzera presso l’AP OSCE. La consigliera nazionale Kiener Nellen (PS/BE), presidente della Delegazione, e il consigliere agli Stati Lombardi (PPD/TI) fanno parte del Comitato organizzativo della conferenza.

Il gruppo di sostegno della Via della Seta, che comprende 25 delegazioni di Paesi membri dell’AP OSCE, è stato istituito l’8 luglio 2017 a Minsk, a margine della sessione annuale dell’Assemblea. Il suo obiettivo è intensificare il coinvolgimento dei Parlamenti nello sviluppo delle nuove Vie della Seta, promuovendo i principi del diritto internazionale e gli impegni dell’OSCE. Sono infatti molti i Paesi della zona OSCE che partecipano all’iniziativa «Belt and Road».

Dal 5 al 7 settembre sono attese ad Andermatt 18 delegazioni nazionali. Intitolata «The BRI as a Driver for the Sustainable Development Goals (SDGs)», questa terza conferenza porrà l’accento, nel contesto della vasta iniziativa cinese, sullo sviluppo e il finanziamento di infrastrutture sostenibili, sui principi di buongoverno, sul rispetto dei diritti umani e sulla protezione dell’ambiente.

L’incontro consentirà anche di presentare i vari fattori che hanno contribuito alla riuscita delle Nuove trasversali ferroviarie alpine (NTFA); non a caso la scelta è caduta su Andermatt quale sede della conferenza. Tra gli aspetti che saranno messi in risalto, citiamo il carattere altamente democratico che ha contraddistinto l’avvio del più grande cantiere ferroviario che la Svizzera abbia avuto negli ultimi anni, la sua sostenibilità dal profilo finanziario e ambientale e l’istituzione di un meccanismo di alta vigilanza parlamentare che ha seguito da vicino i lavori.

La conferenza è organizzata sotto l’egida della Delegazione svizzera presso l’AP OSCE. Oltre alla consigliera nazionale Kiener Nellen e al consigliere agli Stati Lombardi, parteciperanno per conto della Delegazione anche il consigliere agli Stati Josef Dittli (PLR/UR), vicepresidente della Delegazione, e il consigliere nazionale Maximilian Reimann (UDC/AG). Una delegazione delle Commissioni della politica estera delle Camere federali (CPE-N e CPE-S) è stata invitata ad assistere ai lavori di Andermatt; la presidente della CPE-N, la consigliera nazionale Elisabeth Schneider-Schneiter (PPD/BS) terrà un discorso.
Segreteria della delegazione svizzera presso l’Assemblea parlamentare dell’OSCE
CH-3003 Berna
www.parlament.ch
oszepv.aposce@parl.admin.ch

Margret Kiener Nellen,
Presidente della Delegazione,
Tel. +41 79 507 04 76