La normativa ad hoc è indispensabile, ma va ritoccata

I rappresentanti della Quinta Svizzera, riuniti in assemblea a Davos, hanno adottato una presa di posizione in favore della legge sugli svizzeri all’estero, attualmente in consultazione. Deplorano tuttavia la soppressione dell’obbligo di immatricolazione presso le rappresentanze elvetiche e auspicano l’estensione del voto elettronico a tutti gli espatriati. «Per noi si tratta di un immenso passo...+